Come attivare la protezione contro i ransomware in windows 10 e 11

Come fare

Come attivare la protezione contro il ransomware in Windows 10 e 11

Windows Defender può proteggere le cartelle critiche dal ransomware. Scoprite come attivare la protezione da ransomware in Windows 10 e 11.

Il ransomware può diffondersi e infettare molti sistemi. Il ransomware è pericoloso perché può criptare tutti i file e tenerli in ostaggio fino al pagamento del riscatto richiesto. Non importa chi siate o quanto pensiate che il vostro computer sia sicuro, è essenziale che prendiate ulteriori misure per proteggere i vostri file e le vostre cartelle dal ransomware.

Per fare questo e proteggere i vostri dati, Windows Security o Windows Defender ha una funzione intelligente chiamata “protezione ransomware”. Come suggerisce il nome, qualsiasi cartella scelta dalla minaccia ransomware. Poiché la maggior parte dei computer contiene informazioni sensibili, come foto e documenti personali, dovreste considerare di attivare la protezione contro il ransomware di Windows. In questo modo, i vostri dati saranno al sicuro.

Per abilitare la protezione contro il ransomware sui sistemi operativi Windows 10 e 11, seguite questi passaggi.

Contenuto.

  • Cos’è l’accesso controllato alle cartelle
  • Attivazione della protezione ransomware
  • I seguenti passaggi vengono eseguiti allo stesso modo in Windows 10 e 11

    Cos’è l’accesso controllato alle cartelle

    L’accesso controllato alle cartelle è una nuova funzionalità aggiunta a Windows Defender. Come suggerisce il nome, protegge il sistema e le cartelle aggiunte dall’utente dal ransomware.

    Naturalmente, Windows Defender può anche bloccare le applicazioni legittime dall’accesso alle cartelle protette.

    In questi casi, è possibile indicare a Windows Defender di consentire l’applicazione aggiungendola all’elenco delle applicazioni consentite.

    Poiché nessun programma può accedere alle cartelle protette senza passare per Windows Defender, i dati contenuti in queste cartelle sono protetti da ransomware, virus, malware e altre minacce dannose.

    Vedi anche: come attivare Windows Defender Sandbox

    Abilitazione della protezione ransomware

    È possibile attivare la protezione ransomware utilizzando l’app Sicurezza di Windows. Basta cambiare un’opzione ed è pronto all’uso. Questa sezione spiega come fare.

    1. Aprire il menu Start.
    2. Individuare e aprire “Sicurezza di Windows”.
    3. Fare clic su “Protezione da virus e minacce”.
    4. Fare clic sul link “Controlla protezione ransomware”.
    5. Attivare l’opzione “Accesso controllato alle cartelle”.
    6. La protezione ransomware è ora abilitata.

    Istruzioni dettagliate:

    Per prima cosa aprire ‘Protezione Windows’. Si trova nel menu Start.

    Quindi, selezionare “Protezione da virus e minacce” nel riquadro di sinistra. Nel riquadro di destra, fare clic sul link “Gestisci protezione ransomware” sotto la scheda “Protezione ransomware”.

    Portare l’interruttore ‘Accesso controllato alle cartelle’ in posizione ‘On’. In questo modo si attiverà la protezione contro il ransomware.

    Attivare l’interruttore per abilitare la protezione contro il ransomware in Windows 10 e 11.

    Proteggere le cartelle dal ransomware

    Per impostazione predefinita, Windows protegge automaticamente le cartelle dell’utente come documenti, foto, ecc. Per proteggere le cartelle degli utenti dal ransomware, è necessario aggiungerle manualmente a “Accesso gestito alle cartelle”. È abbastanza semplice.

    Per farlo, aprite “Protezione di Windows”, andate su “Gestione della protezione da virus e minacce e della protezione contro il ransomware” e fate clic sul collegamento “Cartelle protette”.

    Fare clic sul pulsante “Aggiungi cartella protetta” per aggiungere una cartella.

    Navigare fino alla posizione della cartella, selezionarla e fare clic sul pulsante ‘Seleziona cartella’.

    Questo completa la configurazione. La cartella è stata aggiunta all’elenco di protezione dalle estorsioni.

    È possibile aggiungere tutte le cartelle desiderate all’elenco Protezione estorsione seguendo la stessa procedura.

    Da questo momento in poi, le applicazioni non saranno in grado di accedere alle cartelle protette finché Windows Defender non le riterrà sicure o finché non saranno abilitate manualmente. Ogni volta che a un’applicazione viene negato l’accesso a una cartella protetta, Windows vi informerà con una notifica.

    Se necessario, è possibile rimuovere una cartella dall’accesso protetto selezionandola e facendo clic sul pulsante Elimina.

    Consenti alle applicazioni l’accesso alle cartelle riservate

    Come detto, una volta che le cartelle vengono aggiunte ai controlli di accesso, Windows Defender blocca l’accesso delle applicazioni a tali cartelle protette.

    Tuttavia, è possibile consentire alle applicazioni di accedere alle cartelle.

    Tuttavia, è possibile aggiungere manualmente i programmi all’elenco dei permessi. Questa azione consente al programma di accedere alle cartelle protette del sistema. Ad esempio, proteggo le mie cartelle di lavoro con l’accesso controllato alle cartelle. Tuttavia, programmi come Snagit, Calmly Writer e OneDrive devono accedere a questa cartella. Pertanto, ho aggiunto queste applicazioni al mio elenco di permessi. Di seguito viene spiegato come fare.

    1. Tornare alla schermata Ransomware Protection e fare clic sul collegamento “Consenti applicazioni con accesso controllato alle cartelle”.

    2. Fate clic sul pulsante “Aggiungi applicazioni consentite”

    3. Appariranno due opzioni. Se l’applicazione che si sta cercando di aggiungere è stata appena bloccata, selezionare l’opzione “Applicazioni bloccate di recente”.

    4. Fare clic sul pulsante “+” accanto all’applicazione.

    5. L’applicazione viene aggiunta all’elenco delle applicazioni consentite.

    7. Se l’applicazione non è presente nell’elenco delle applicazioni recenti, è possibile cercarla e aggiungerla manualmente. A tal fine, fare clic sul pulsante Aggiungi applicazioni consentite e sul pulsante Sfoglia tutte le applicazioni.

    8. Cercare il file exe dell’applicazione, selezionarlo e fare clic sul pulsante ‘Apri’.

    9. L’applicazione in questione viene immediatamente aggiunta all’elenco delle applicazioni consentite.

    Una volta aggiunto, l’applicazione può accedere alle cartelle protette senza restrizioni. Se non è necessario, non dare all’applicazione l’accesso alla cartella protetta. Inoltre, ricordate che le applicazioni nell’elenco delle applicazioni consentite possono accedere a tutte le cartelle protette nell’elenco di accesso alle cartelle controllate.

    Completa

    Completa il lavoro. È facile come attivare e configurare la protezione contro il ransomware in Windows 10 e 11.

    Speriamo che questa guida semplice e facile per lavorare con Windows sia stata utile.

    Se vi bloccate o avete bisogno di aiuto, inviateci un’e-mail e faremo del nostro meglio per aiutarvi.

    Credito immagine: Christiaan Colen – Cryptolocker Ransomware

    YouTube video: Come attivare la protezione contro i ransomware in Windows 10 e 11


Rate article
Forniamo tutorial di Windows dettagliati e di alta qualità